Risultato Bayern Monaco – Inter, 22 Maggio.

Risultato della finale Bayern Monaco – Inter di sabato 22 Maggio, Champions League.

55° edizione della Champions League di scena al Santiago Bernabeu di Madrid: il Bayern Monaco, vincitore di quattro finali, contro l’Inter, vincitore di due finali e assente dalla scena europea da 38 anni. Ad arbitrare un inglese, per la quinta volta nell’intera storia della competizione: Inghilterra presente anche quest’anno quindi. Van Gaal, allenatore dei tedeschi, vinse una Champions League con l’Ajax nel 1995 contro il Milan; Mourinho la vinse nel 2004 con il Porto in finale contro il Monaco. Il portoghese è stato per alcuni anni il vice dell’olandese al Barcellona e gli riconosce grandi meriti per averlo convinto a procedere nel cammino di allenatore. La vittoria dell’Inter significa replicare i successi del Barcellona l’anno scorso con una tripletta storica, riportare la Champions League in Italia dopo 3 anni (Milan nel 2007)  e vincerla dopo 45 anni (1965) per la terza volta, tante quante il Barcellona e il Manchester United, una in meno del Bayern Monaco, una in più della Juventus. È la 12° champions per l’Italia che raggiunge la Spagna in vetta e stacca l’Inghilterra di uno. Il Bayern Monaco perde la sua quarta finale (1999 l’ultima contro il Manchester United).

Bayer Monaco – Inter, risultato finale della partita: 0-2

Chi ha segnato? Ecco i gol:

  1. Milito (Inter) 35′ primo tempo, destro secco sul primo palo su passaggio di Snejder;
  2. Milito (Inter) 35′ secondo tempo, destro sul secondo palo su azione personale.

L’ andamento della partita Bayern Monaco – Inter


La partita si fa subito calda con l’Inter che prova l’affondo nei primi minuti portandosi ad attaccare con quattro uomini in fase d’attacco: il Bayern si vede raramente superare la zona di centrocampo e al quarto minuto Milito è già in area di rigore per tentare il colpo decisivo. La partita prosegue con un controllo palla asfissiante del Bayern che però non arriva sotto porta se non da calci d’angolo e punizioni, nelle quali si trova sempre pronto Muller ad intervenire di testa. Vengono ammoniti Demichelis e Chivu in un breve lasso di tempo. L’Inter ci prova anche con una punizione di Snejder deviata da Altintop e ben deviata da Butt. Al 35′ arriva però il goal di Milito: rinvio potente di Julio Cesar, sponda di testa di Milito su Snejder che mette a terra e filtra per l’attaccante argentino che dinanzi a Butt finta il tiro e poi conclude sul primo palo. Inter in vantaggio ma il Bayern continua a fare la sua partita blanda cercando qualche spunto da tiri dalla distanza sempre con Robben o nel finale con Van Bommel. Finale comunque, nel primo tempo, davvero molto lenta gestita da un Bayern Monaco altrettanto lento.Secondo tempo che inizia con un Bayern Monaco scatenato, diversamente dal primo tempo, e che trova sulla strada della sua prima grande azione un Julio Cesar impetuoso che respinge un tiro di Muller: un minuto dopo Pandev si fa respingere in calcio d’angolo un grande tiro. Al 52′ punizione di Snejder che però va alta e subito dopo al 53′ Altintop tira al lato del primo palo di Julio Cesar. Il Bayern Monaco continua a pressare e a portarsi in area di rigore e costruire problemi per Julio Cesar, costretto a diverse parate soprattutto su Altintop, che al 62′ lascia il posto a Miroslav Klose. Dopo pochi secondi Robben scodella una palla in mezzo da calcio di punizione e Muller colpisce a colpo sicuro ma trova Cambiasso sulla traiettoria. Al 64′ grande tiro a giro di Robben dalla sinistra di Julio Cesar che riesce a deviare in angolo. Al 67′ fuori Chivu, che era ammonito e continuava ad avere problemi con Robben, e al suo posto Stankovic con Zanetti che si sposta a fare il terzino sulla sinistra. Al 70′ del secondo tempo su un contropiede dell’Inter nato da un’azione mal sfruttata dai tedeschi,  Eto’o trova Milito ben smarcato: l’attaccante riesce a dribblare Demichelis, arriva in area di rigore e conclude sul secondo palo per il 2 a 0. Mourinho decide di coprirsi allora, soprattutto dinanzi le incursioni di Lahm dalla sinistra: esce quindi Pandev per far entrare Muntari. Non succede più nulla di interessante se non un Bayern Monaco che continua ad attaccare ma non riesce a pungere come dovrebbe per una buona difesa dell’Inter.

Rispondi