Risultato Milan – Juventus, 15 Maggio.

Risultato dell’anticipo Milan – Juventus di sabato 15 Maggio, Serie A.

L’ex derby d’Italia va di scena a Milano per una partita che sa di addi: ultima partita per Leonardo, ultima per Zaccheroni. L’ultima di due eree e di due squadre che mettono fine a una stagione poco felice. Tra gli addii anche quello di Favalli, che prende parte alla sua ultima partita in carriera, proprio come Dida. Ultima gara per diversi volti della Juventus, come Camoranesi e Trezeguet, che però vengono lasciati in panchina. In tribuna ci vanno Diego e Felipe Melo, i maggiori flop stagionali, e per il Milan si può rivedere anche Nesta, nel boato del pubblico. La Juventus vuole evitare la quindicesima sconfitta, che sarebbe record negativo, il Milan vuole quel terzo posto che è già suo dalla scorsa settimana ma che con tre punti in più sulla Sampdoria avrebbe ancora più gusto. Finisce comunque con gioia per Leonardo, che ottiene un obiettivo magari previsto e prestabilito nonosstante sia stata la vera rivale dell’Inter per gran parte del campionato: Zaccheroni invece abbandona una squadra che non aveva più nulla da dire in questo campionato e che a Luglio riprenderà per la preparazione per l’Europa League.

Milan – Juventus, risultato finale della partita: 3-0

Chi ha segnato? Ecco i gol:

  1. Antonini (Milan) al 14′ del primo tempo, pallonetto su azione personale;
  2. Ronaldinho (Milan) al 28′ del secondo tempo su passaggio di Pato;
  3. Ronaldinho (Milan) al 21′ del secondo tempo con tocco preciso sul secondo palo.

L’ andamento della partita Atletico Milan – Juventus

Parte forte la Juventus con Iaquinta che ha diverse occasioni che però vengono sfruttate in malo modo: Juventus quindi vicina al vantaggio e che ci riproverà mentre il Milan si fa vedere in avanti con iniziative poco convinte e per niente incisive. L’occasione più nitida per i bianconeri è con Marchisio che tira dalla distanza ma trova la respinta di Dida, e sulla ribattuta non trova il tocco decisivo di Iaquinta, troppo impreciso sotto porta. Passano pochi secondi e il Milan riesce a colpire in contropiede con Antonini che beffa Buffon con un semi pallonetto: Milan in vantaggio. Juventus che subisce il colpo e prova a reagire con qualche cross del solito Marchisio e qualche incursione di un guerriero Zebina, ma al 28′ arriva il goal di Ronaldinho che riceve in area da Pato e trafigge Buffon sul primo palo: 2 a 0 e partita quasi del tutto chiusa. Nel mentre anche minacce di possibile sospensione di partita per lanci di petardi. Il primo tempo termina con il Milan che fa possesso palla e la Juventus che non riesce ad incidere.

Il secondo tempo riprende con Manninger al posto di Buffon, costretto ad uscire per infortunio. Il Milan continua a provarci con Borriello e Pato e con Ronaldinho che continua a smistare passaggi dove possibile. La partita diventa una mera occasione per delle standing ovation ed ecco che la prima è per Favalli, che lascia il posto a Nesta, e tocca ben presto anche a Dida, che lascia il posto ad Abbiati: per entrambi è la fine di un ciclo. Al 22′ del secondo tempo arriva anche il terzo goal del Milan: su cross di Zambrotta, completamente libero, Ronaldinho stoppa la palla e lentamente calcia, con tutto il tempo a disposizione, sul secondo palo. Nel finale alcune occasioni per Inzaghi e Pato che però non sfruttano al meglio le triangolazioni, ostacolate anche da un ottimo Caceres tornato in campo dopo un lungo stop. La partita termina con una vittoria netta del Milan e con un momento toccante che rappresenta il saluto a Leonardo.

Rispondi