Le “surebet”, scommesse sicure.

Per la prima volta scriverò su questo blog per gli appassionati delle scommesse e come primo argomento tratterò quello delle surebet .

Le Surebet (scommesse sicure) sono delle particolari situazioni in cui è possibile ottenere una vincita matematica qualsiasi sia l’esito della partita in questione: questo è possibile nel momento in cui diversi bookmakers danno differenti quotazioni per lo stesso evento.

Per essere più chiari meglio fare un bell’esempio:

JUVENTUS-INTER

Il sito A paga la vittoria della Juventus a 2,35

Il sito B paga il pareggio a 3,10

Il sito C paga la vittoria dell’Inter a 4,50

Scommettendo 42 euro sul sito A sulla vittoria della Juventus potremo vincere 100 euro

Scommettendo 32 euro sul sito B sul pareggio potremo vincere 100 euro

Scommettendo 22 euro sul sito C sulla vittoria dell’Inter potremo vincere 100 euro

Ricapitolando: Spendendo 42+32+22= 96 euro saremo sicuri di incassare 100 euro con un guadagno sicuro di 4 euro.

Come appena visto, giocando 96 euro siamo sicuri di vincerne 4, quindi se ne volessimo vincere 40 dovremmo scommettere 960 euro.

Per cominciare a scommettere utilizzando questo metodo occorre una buona disponibilità di liquidi da suddividere su 3 bookmakers, informandosi su eventuali tetti massimi di puntata o di vittoria o di deposito e ritiri,visto che ogni bookmaker può limitare questi valori.

Attenti a tenere conto anche delle commissioni che i vari siti applicano sul ritiro o sul deposito perché ogni qual volta 2 conti si prosciugano!!

Attenti alle quote fantasma, non trovare una quota perché ritirata può essere controproducente fino a farci perdere una parte del gruzzoletto accumulato!!!

L’incrocio degli esiti degli eventi quotati dai bookmaker dà origine a milioni di combinazioni delle quali solamente poche decine risultano dare origine al vantaggio matematico, per questo sono nati siti che forniscono ogni giorno le migliori quote per surebet ma il più delle volte riportano quote di piccoli siti di scommesse sui quali io personalmente non ci scommetterei..

alla prossima, Fabio!

Rispondi